RiAction: Ideas Through the Mirror

Riuso creativo dei materiali di scarto dell’Hilton Hotel di Venezia

Quando circa due mesi fa ci hanno chiesto di partecipare ad un evento all’Hilton Hotel di Venezia non ci saremmo mai aspettati tutto questo. Si’ sapevamo che non si trattava della solita sponsorizzazione, ma.. chi immaginava che saremmo diventati anche noi dei changemaker.
WoW questa volta e’ stato usato come vero e proprio cuore della performance, WoW e’ stata la performance: “Premieranno i vincitori Lorenza Salati e Giulio Focardi di Bigmagma (MI) in collegamento dalla Multifactory tedesca FREILAND – POTSDAM attraverso la finestra creata per l’occasione dallo specchio WoW. Un allestimento dinamico di idee in cui lo specchio interattivo diviene medium tra l’utente e rappresentazione dei progetti, proiettando all’interno della sua riflessione un’esposizione virtuale.”

E’ stato il punto da cui abbiamo svelato i nomi dei quattro vincitori e da dove il pubblico ha potuto poi vedere le foto delle 40 opere selezionate. Quaranta diversi modi di riutilizzare gli stessi materiali di scarto di un unico Hotel.

E’ stato per noi emozionante interagire a 1000 chilometri di distanza, in una afosisssima giornata d’estate, e per ogni premiato spostarci in un differente posto di freiLand: 15.000 metri quadri in cui artigiani, artisti, informatici, fisici, avvocati fanno i lavori di sempre con un metodo nuovo che si chiama Sharing Economy.

Ci ha fatto molto piacere collaborare con un’associazione di promozione sociale, La Mente Comune, che promuove la cultura del riutilizzo e del recupero e che, insieme a Legambiente, e’ riuscita a coinvolgere uno degli hotel piu’ famosi al mondo. Insieme siamo risuciti non solo a parlare di economia circolare e di innovazione sociale ma a realizzarne in concreto il primo pezzettino, quello della raccolta di idee per ricostruire oggetti dagli scarti dell’Hilton.
Ci ha fatto molto piacere che WoW sia diventato sponsor tecnico di questo evento che si e’ trasformato in un’operazione culturale di ben piu’ larga portata. Azioni come queste sono esempi concreti di come si puo’ costruire in Italia ed in Europa, un’economia basata sulla collaborazione tra pari, sul mutuo scambio di idee, di competenze e di risorse.
Ci fa molto piacere che la collaborazione tra mondo dell’impresa tradizionale e mondo dell’attivismo sociale si siano incontrati ed abbiano, non senza la difficolta’ del parlare lingue diverse, costruito insieme un piccolo evento che porta con se’ i germogli di un cambiamento di ben piu’ ampia portata.  A voi le foto da noi realizzate, testimonianza di quella giornata.
Testo di Lorenza Salati